Sabato, 17 Ottobre 2020 09:39

Crema di zucca e crostini all'aglio - Rinvigorisce corpo e mente

Zuppa per il cambio stagione – ricetta di passaggio – Rinvigorisce corpo e mente.

Tempo di preparazione 45 minuti.

La zuppa scandisce ufficialmente l’arrivo dell’autunno. Questa è una stagione dove i sapori si fanno intensi, le cotture sensibilmente più lunghe e la preparazioni dei cibi un po’ più elaborata.

In ottobre ritorna così il piacere di mettersi ai fornelli!
 
L’estate ha rinvigorito i frutti di madre natura, che portano in sé il sole e tutto il suo calore. Possiamo godere delle prime giornate d’autunno e gustare piatti dai sapori semplici ma eleganti che hanno come base ciò che è maturato durante l’estate, per esempio la zucca.

La zucca si presta benissimo per questa momento di passaggio e trasformare il sapore pieno e vellutato in una crema che accende i sensi ed emoziona.

Gli ingredienti sono classici e nostrani
ma adoro osare e così l’ho resa un po’ più sfiziosa, servendola con dei crostini all’aglio fatti in casa. Questo tocco di leggerezza croccante mette in risalto la consistenza morbida e vellutata della zuppa.

L'idea in più! Puoi inserire questa ricetta in un menu semplice, ma audace, per esaltare i colori autunnali e stupire chi si siede a tavola con te, con un susseguirsi di sorprese sensoriali.

Inizia servendo un originale aperitivo analcolico a base di succo d’uva, pompelmo, lime, zucchero di canna, ghiaccio e Schweppes al limone, decora con spiedini di uva e fette di lime e accompagna il cocktail con ciambelline o taralli al vino.

Metti in tavola un bel cestino con pane fresco integrale e un’insalata di cavolo bianco affettato sottilmente insieme a pere e carote. Concludi il tutto con una bella torta al cioccolato.

Una vera festa per mente e corpo!
Image

Ti servono pochi ingredienti:

  • zucca circa 700 g pulita
  • 2 scalogni medi
  • 1 foglia di alloro
  • 1 rametto di rosmarino
  • 500 ml di brodo vegetale
  • olio extra vergine di oliva
  • 2 cucchiaini di semi di zucca
  • aneto o erba cipollina
  • pepe nero macinato fresco
  • alcune fette di pane raffermo
  • aglio
  • sale q. b.

 

Procedi così:

Trita finemente la cipolla e mettila in un tegame con l’olio d’oliva. Soffriggila dolcemente fino a quando non sarà appena dorata, quindi aggiungi la zucca tagliata a dadini, la foglia di alloro e il rosmarino. Lascia tostare leggermente per circa 5 minuti, poi elimina il rosmarino e l’alloro, versa il brodo e aggiusta di sale. Cuoci il tutto per circa 20 minuti a fuoco medio, o affinché la zucca è morbida. Valuta se preferisci una crema meno densa, aggiungendo un po’ di brodo ben caldo.
Nel frattempo taglia il pane a fette in cubetti omogenei di circa 2 x 2 cm, e falli saltare a fiamma alta in una padella di fondo spesso insieme a due cucchiai di olio d’oliva (o burro), e uno spicchio d’aglio schiacciato in camicia. Fai saltare bene i cubetti di pane che si devono dorare e diventare coloriti senza però bruciarsi. Una volta pronti mettili da parte in un piatto.

Profuma la zuppa con l’aneto o l’erba cipollina ma con moderazione per non coprire il sapore delicato della zucca, aggiusta il tutto con un pizzico di sale se necessario e pepe grattugiato al momento.

Il cucchiaio dei tuoi ospiti è pronto per tuffarsi negli strati vellutati della tua zuppa, che assieme alle foglie dorate sugli alberi, scandisce l’arrivo dell’autunno e coccola i sensi. Servila ben calda in ceramiche candide e neutre, decora con alcuni crostini, i semi di zucca tostati una spolverata di pepe macinato fresco ed un filo di olio extra vergine di oliva.

Volendo poi aggiungere anche un buon calice per scaldare ulteriormente l’atmosfera, essendo la zucca tendente al sapore dolce, bisognerà abbinarla ad un vino che ne contrasti (per esaltarla) tale nota amabile. 
Un buon bianco frizzante, può fare al caso nostro e ci si può spingere anche ad un vino spumante. Alcuni esempio, un Riesling o un Franciacorta.

Non vedo l’ora di vedere le foto delle vostre ricette!
Un Abbraccio!

Sigrid

Sigrid Hafner

Counselor professionale nell’ambito privato, familiare e individuale, ad indirizzo psicosintetico.

Oltre la specializzazione in Counseling sono laureata in Scienze della Formazione con il titolo Esperto nei processi formativi e in Psicologia. Accreditata da S.I.Co (Società Italiana di Counseling) e da WiKa Austria (Lebens- und Sozialberater).

LEGGI TUTTO

Adeguamento alla normativa della GDPR

©2020 Sigrid Hafner Counseling. All Rights Reserved.
Sigrid Hafner
P. Iva 03956070233, Cod. Fiscale HFNSRD68E46Z102W
Tel. +39 338 4311500 - mail: info@sigridhafnercounseling.com - mail pec: sigrid_hafner@pec.it

Designed By Projekta sas

Search